giovedì 17 novembre 2011

Il decalogo del riciclo

Dieci semplici regole per inquinare di meno e riciclare di più.
Dieci passi stilati dal Conai, il consorzio nazionale per il recupero degli imballaggi, non solo per contribuire a salvare il pianeta, ma anche per consentire di far rinascere e quindi riutilizzare i prodotti che buttiamo: ne sono un esempio l'acciaio, la carta, il legno, l'alluminio, la plastica e il vetro.
Dieci accorgimenti che servono anche rendere più efficace il lavoro di riciclaggio: come quello di dividere, il più possibile, gli imballaggi composti da più materiali per limitare le impurità.
O come quello di togliere gli scarti di cibo per evitare che la confezione venga scartata in fase di riutilizzo.


  1. Separare gli imballaggi in base al materiale
  2. Riduci il volumi delle confezioni (schiaccia le bottiglie, comprimi la carta)
  3. Dividi i materiali del singolo imballaggio (tappo di metallo, barattolo di vetro)
  4. Togli i residui di cibo dalle confezioni da riciclare
  5. Scontrini, fazzoletti, cartoni della pizza non vanno nel contenitore della carta.
  6. Niente ceramica, porcellana, specchi e lampadine nel raccoglitore del vetro.
  7. Separa per bene gli imballaggi di alluminio (lattine, vaschette,bombolette).
  8. Riconosci le diverse confezioni in acciaio (segnalate con sigle ACC o FE).
  9. Niente articoli di cancelleria, giocattoli e simili nel contenitore della plastica.
  10. Portare gli imballaggi in legno nelle isole ecologiche comunali


1 commento: