mercoledì 20 agosto 2014

19 AGOSTO OVERSHOOT DAY


Cos'è l'Overshoot Day?

www.ecobioshopping.it


L'Overshoot Day è quel giorno dell'anno in cui il consumo da parte dell'umanità delle risorse supera quanto avevamo a disposizione per quell'anno. In termini puramente contabili questo vuol dire che per quest'anno ciò che avevamo a budget come risorse rinnovabili è stato consumato e che da ora fino a dicembre consumeremo energie rubandole alle generazioni future.
Chi si occupa di calcolare questo dato è il Global Footprint Network, basandosi su un indice che per l'appunto cerca di stimare l'impronta ecologica umana.
L'indice mette in relazione il consumo umano di risorse naturali con la capacità della Terra di rigenerarle (e di assorbirne gli scarti, gas serra o rifiuti che siano). Quest'indice è in grado di mostrarci, ad esempio, che in appena 2/3 dell’anno la presenza umana sulla Terra richiede più risorse rinnovabili e un sequestro di C02 maggiore di quello che il pianeta può fornire per un anno intero.

Nel 2014 l'Overshoot Day è stato il 19 agosto, dato che prosegue nel trend negativo che caratterizza il consumo di energie a partire dagli anni settanta. Infatti se nel 1961 l'umanità utilizzava appena i ¾ della biocapacità terrestre a partire degli anni '70, inseguito alla crescita economica e demografica, l’impronta ecologica dell’umanità ha superato la capacità di produzione rinnovabile del pianeta. E da allora il deficit è andato crescendo Oggi, l'85% della popolazione mondiale vive in paesi che richiedono alla natura più di quanto i loro ecosistemi nazionali riescano a dare. E l’Italia è fra questi: consumiamo più di 4 volte le risorse disponibili sul nostro territorio. Peggio di noi il Giappone, (7 volte di più), e gli Emirati arabi (12 volte di più). Calcolando non il livello di efficienza delle singole economie, ma il rapporto tra consumi e risorse disponibili all’interno di un singolo paese, il deficit degli Stati Uniti viaggerebbe attorno al valore 2. Ma se lo stile di vita americano venisse esportato a livello globale, cioè se oltre 7 miliardi di persone consumassero come lo statunitense medio, sarebbe una catastrofe.
Nonostante si parli da tanto tempo dell'importanza di tutelare l'ambiente, di cambiare il nostro stile di vita di fatto la situazione non è cambiata se non in peggio. E' davvero importante ridurre la nostra produzione di rifiuti ed abbassare gli sprechi e i consumi.

Nessun commento:

Posta un commento