lunedì 22 settembre 2014

MINESTRA DI FARRO BIO

http://www.ecobioshopping.it/it/21-posate-in-legno

IL FARRO NELLA STORIA:
Il farro è considerato la più antica tipologia di frumento coltivato. Veniva utilizzato dall'uomo per la propria alimentazione già nel Neolitico, con particolare riferimento al farro piccolo, o farro monococco. La maggior parte del farro coltivato in Italia è rappresentata dal farro dicocco, o farro medio. Troviamo poi il farro grande, o farro spelta, che vede il proprio terreno più adatto in altri Paesi europei, come la Francia.
La coltivazione del farro è andata via via riducendosi nel corso dei secoli. E' stata infatti soppiantata dal comune grano tenero e dal grano duro, che discendono rispettivamente dal farro grande e dal farro medio. Si tratta di un cereale da riscoprire, la cui produzione viene ora associata soprattutto all'agricoltura biologica e alla valorizzazione delle zone agricole marginali.

PROPRIETA':
Introdurre il farro nella propria dieta può rappresentare un'interessante variante per quanto riguarda il consumo di cereali, rispetto ai cereali più comuni esso ha valori nutrzionali di maggiore qualità.
 Il farro presenta un maggior contenuto proteico rispetto ad altre tipologie di frumento. Si tratta di un cereale ricco di vitamine e di sali minerali, ma povero di grassi.
Il farro integrale, inoltre, presenta un contenuto di fibre più elevato rispetto al farro perlato. Le fibre aiutano a favorire il transito intestinale e a proteggere la salute dell'intestino, contribuendo all'eliminazione delle scorie. Questo cereale garantisce un apporto calorico piuttosto basso, pari a 340 chilocalorie per 100 grammi di prodotto.
Il consumo di farro contribuisce all'apporto di vitamine del gruppo B e di proteine attraverso l'alimentazione quotidiana. Per facilitare l'assunzione e l'assimilazione di proteine, si consiglia di accompagnare il farro, meglio se integrale, ai legumi. Tra gli elementi nutritivi essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo presenti nel farro troviamo tiamina, nacina e riboflavina. Tra i sali minerali maggiormente presenti nel farro, troviamo fosforo, potassio e magnesio. Per quanto riguarda le vitamine, l'attenzione è rivolta soprattutto a vitamina A, B2 e B3.
Alla luce di queste proprietà, e ritenendo che una sua introduzione possa essere utile a migliorare la dieta di ciascuno di noi vi suggeriamo una gustosa ricetta a base di farro:

E' una deliziosa zuppa qui servita insieme al cucchiaio in legno di betulla biodegradabile, per rispettare sempre l'ambiente!
 www.ecobioshopping.it

Nessun commento:

Posta un commento