martedì 28 luglio 2015

STABILIMENTI BALNEARI ECOSOSTENIBILI




Nel 1843 è stato inaugurato a Rimini il primo stabilimento balneare inaugurando così un ricco periodo di vacanze al mare con un afflusso di turisti sempre più ampio, cambiando nel corso del tempo la percezione delle vacanze per molti italiani .

A distanza di più di 150 anni gli stabilimenti nella sola Rimini sono diventati più di 600, questa crescita non è priva di conseguenze sull'ambiente però.
Con l'aumento del numero degli stabilimenti balneari e dei turisti che durante tutta la stagione affolano le nostre coste sono aumentate anche le necessità idriche ed energetiche, nonché la produzione di rifiuti.

Se la Riviera Romagnola non è uno dei posti paesaggisticamente più belli d'Italia, bisogna riconoscergli la loro incredibile capacità di innovazione. Molti progetti concreti sono stati realizzati in diversi stabilimenti ed il turismo sostenibile è diventato di primo piano tra gli obbiettivi della Regione Emilia Romagna.

L'attenzione dell'utenza ha chiaramente giocato un ruolo chiave, ormai i 2/3 della clientela considera molto più volentieri soluzioni eco friendly rispetto a quelle tradizionali.

Ogni stabilimento balneare può diventare ecofriendly, ma come fare?

Nessun commento:

Posta un commento